Area Riservata
METEO Albenga

I musei di Albenga

CIVICO MUSEO INGAUNO:

Ospitato nel Palazzo vecchio del Comune contiene documenti risalenti all’età romana e tardoantica.

La visita comprende il Battistero e la Loggia Comunale. all’ingresso, nella Sala dei Consoli sede dei Consigli del Comune dal 1388, con volta affrescata e pavimento originario, sono esposti documenti epigrafici e frammenti scultorei di Età romana e bizantina ritrovati durante gli scavi nella Cattedrale, in San Vittore, in San Calocero e nell’alveo del Centa.

Nell’adiacente Loggia, del 1421, si conserva, nella parete di fondo, un affresco attribuito a Giovanni Canavesio raffigurante la Crocifissione e gli stemmi di Albenga e Genova.Tra i reperti custoditi sono le unità di misura del Comune, il cinquecentesco portale di ingresso alla torre e vari manufatti di età romana e tardo antica tra cui un puteale proveniente dal demolito chiostro dei Canonici sito a lato della Cattedrale, un pavimento a mosaico proveniente dall’area dell’Ospedale (secolo I), un sarcofago bizantino e la tomba a cappuccina del secolo IV rinvenuta nella basilica di San Calocero, probabilmente contenente le reliquie del martire.

Al primo piano, già residenza del Podestà, sono ospitati vari reperti tra i quali una raffinata urnetta cineraria in alabastro proveniente dalla necropoli presso Pontelungo ed il corredo di una tomba del II secolo.
Dal primo piano è possibile accedere alla sommità della torre comunale.

Piazza San Michele
tel. 0182.51215
orari: 10-12/15 – 18
chiuso il lunedi

IL MUSEO DIOCESANO

Museo Diocesano Albenga Il Museo Diocesano di Arte Sacra di Albenga
Il Museo Diocesano di Albenga conserva al suo interno una ricca collezione di opere d’arte che attraversa più di mille anni di storia. Attraversando le sue stanze si potranno ammirare i reperti paleocristiani, i dipinti medievali, gli arazzi cinquecenteschi, fino ad arrivare alle statue settecentesche. Le gemme della collezione sono i tre dipinti: il “Martirio di S. Caterina d’Alessandria” di Guido Reni, il “Miracolo di S. Verano” di Lanfranco e il “S. Giovanni nel deserto” di cui è ancora incerta l’attribuzione a Caravaggio.
Il Museo è situato all’interno dell’antico Palazzo Vescovile e offre quindi ai visitatori la possibilità di fruire, non solo delle pregevoli opere ivi conservate, ma anche di attraversare un edificio ricco di storia e di fascino con affreschi eseguiti nel Quattrocento.
Il Museo offre la possibilità di affrontare un viaggio indietro nel tempo, che permette di ammirare e conoscere l’arte e gli artisti che nel corso dei secoli arricchirono le dimore e le chiese del nostro territorio.

Museo Diocesano

Via Episcopio 5- Albenga (SV)

Per info e prenotazioni:

tel. 347.8085811 /0182.50288 interno 8

Coop. Strade tel. 0183.290213

Internet: www.stradedascoprire.it

Orari invernali (15 sett – 15 giugno):
dal martedì al giovedì 10:00 – 12:00 15:00 – 17:00
Venerdì e sabato 10:00 – 12:30 14:30 – 17:00
Domenica su prenotazione per gruppi
Lunedì chiuso
Orari estivi (16 giugno – 14 settembre):
dal martedì al sabato 10:30 – 12:30 17:00 – 19:00
Domenica 17:30 – 19:30
Lunedì chiuso

IL MUSEO NAVALE ROMANO

E’ ambientato, assieme alle sale dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri, negli splendidi saloni affrescati del Palazzo Peloso Cepolla, ornati da busti e fregi in ardesia.

Il Museo trae origine dal ritrovamento di una nave oneraria romana affondata ad un miglio al largo dell’antica foce del Centa.

Nel corso delle varie campagne di rilevamento e di recupero, iniziate nel 1950 e curate dal Centro Sperimentale di Archeologia Sottomarina di Albenga, sono stati portati in superficie gran parte del carico di circa diecimila anfore vinarie, le ancore, attrezzature di bordo e parte del fasciame che oggi trovano posto nel museo, accanto alla ricostruzione in scala ridotta della nave e ad altro materiale ritrovato nei fondali prospicienti Albenga. Le sale del palazzo ospitano inoltre la bella collezione di vasi in ceramica blu di Albisola e Savona dei secoli XVI e XVIII proveniente dalla Farmacia dell’Ospedale.

Piazza San Michele 12
tel. 0182 – 51215
orari : 10-12/15 – 18
chiuso il lunedì

IL MUSEO PREISTORICO

Già ospitato nel Civico Museo Ingauno.

Esso contiene i reperti ritrovati a partire dagli anni ’50 nell’area della valle Pennavaire, dove, in numerose grotte, sono venute alla luce sepolture, suppellettili ed oggetti vari che testimoniano l’evoluzione culturale degli antichi liguri del Paleolitico superiore fino alla soglia della romanità.

Piazza San Michele
tel. 0182.51215
orari : 10-12/15 – 18
chiuso il lunedi

Facebook